L'alternanza scuola-lavoro
Alcune iniziative promosse dal nostro Istituto per l’anno 2017-2018.


Come indicato sulla pagina ufficiale del Ministero dell’Istruzione , “L’Alternanza scuola-lavoro è una delle innovazioni più significative della legge 107 del 2015 (La Buona Scuola) in linea con il principio della scuola aperta”.
Si tratta di “una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini di studentesse e studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro, di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi”.

Nell’anno scolastico 2015/2016 l’Alternanza è diventata obbligatoria per gli studenti del terzo anno delle scuole superiori; nell’anno scolastico 2016/2017 l’obbligatorietà si estendeva agli studenti del terzo e quarto anno; dallo scorso anno scolastico (2017/2018) l’Alternanza è obbligatoria per tutti gli studenti dell’ultimo triennio.
Per il nostro Istituto, che comprende quattro Licei, l’obbligo consiste nello svolgimento di almeno 200 ore da svolgere nel triennio, mentre per gli Istituti Tecnici e Professionali l’obbligo è di 400 ore complessive.

Le esperienze di stage in ambito extra-scolastico in realtà nella nostra scuola non nascono con la legge 107; infatti ben prima del 2015 registriamo, per il Liceo delle Scienze Umane e per il Liceo delle Scienze Umane con opzione Economico-Sociale, numerosi percorsi di stage in accordo con le scuole del territorio, ma anche con associazioni o cooperative che operavano in ambito socio-educativo.

Gli elementi di novità per noi hanno riguardato l’estensione delle esperienze di stage a tutti i Licei, quindi anche al Linguistico e al Liceo Musicale, e i vincoli procedurali secondo i quali ogni percorso deve rispondere ad una idea progettuale strutturata e fare capo ad una convenzione sottoscritta dalla scuola e dall’Ente Ospitante. Entrambi i documenti (progetto e convenzione) sono prodotti nel rispetto della normativa e della "Carta dei Diritti e dei Doveri delle studentesse e degli studenti in Alternanza”. Fra gli elementi più significativi in essi indicati, vi sono l’obbligo della frequenza di un corso su elementi fondamentali di sicurezza nei posti di lavoro e l’individuazione di un tutor interno alla scuola, figura ricoperta da uno dei docenti del consiglio di classe, e di un tutor della struttura ospitante, che collaborano nell’elaborazione del progetto e nel monitoraggio del percorso in esso previsto.

Nel corso degli anni sono stati molteplici i progetti predisposti e condotti dalla nostra scuola in ambito all’Alternanza. L’anno scorso ad esempio sono stati attivati 27 progetti, che hanno coinvolto complessivamente 599 alunni impegnati in 25 strutture ospitanti del territorio.

Fra i progetti proposti al Liceo linguistico gli studenti sono stati impegnati nell’acquisizione di competenze nell’ambito dell’accoglienza turistica, dei processi di ricerca e produzione in campo universitario e cinematografico, dell’insegnamento delle lingue presso le scuole primarie e a favore di studenti stranieri.

Per quanto riguarda invece il Liceo musicale ci si è concentrati sullo sviluppo di competenze sull’organizzazione di eventi e manifestazioni culturali in ambito alle attività promosse dal conservatorio.

Nel Liceo delle scienze umane i progetti hanno riguardato le differenti curvature dell’educativa e della didattica sulla base dei beneficiari delle strutture ospitanti. In tal modo gli studenti hanno acquisito competenze specifiche in ambito educativo con le persone con disabilità, con i bambini della scuola primaria, con i ragazzi della secondaria di primo grado, con gli anziani.

Gli studenti del Liceo delle scienze umane con opzione economico-sociale sono stati impegnati invece nello sviluppo di competenze nell’organizzazione di iniziative e progetti in ambito socio-educativo, attraverso percorsi di sensibilizzazione sui temi delle tossicodipendenze, di costruzione della Carta dei servizi e nella predisposizione di percorsi mirati in base al territorio di riferimento.

Massimo Serra
13 settembre 2018