Autismo: la forza di un libro

Pubblicato il 13 apr 2018    da Franca Mugittu Lista autori Stampa il Contenuto Crea file pdf del Contenuto


Alessandro Muroni, autore del libro “All'ombra della pensilina”, conduce il lettore nel mondo, forse strano, a tratti per noi incomprensibile, di Luigi, dove tutto ha un ordine, tutto deve rimanere al suo posto. Luigi vede il mondo attraverso le immagini che raffigurano oggetti fissi, quegli oggetti e la loro collocazione gli danno sicuezza, lo fanno sentire “in compagnia”. Perché l’autismo è solitudine, è una gabbia di vetro attraverso cui si può vedere, si può esser visti, ma è difficile interagire.
I gesti sono importanti, le parole sono importanti, e col fluire vertiginoso e ripetitivo delle parole, l’autore trasmette tutta l’essenza di quel mondo, un altro mondo, che va oltre l’omologazione. Quel linguaggio ritmico, ripetitivo, assume un valore poetico, perché la poesia è un messaggio per immagini, e Luigi vive di immagini. Il libro offre uno squarcio di un mondo visto attraverso occhi diversi, perché si tratta di questo: della diversità, non sempre accettata, non sempre capita. Con il libro e il Progetto Pensilina l’autore vuole “dar voce alle persone con autismo attraverso la forza della letteratura, della poesia e della musica” con la speranza “che un giorno, rimasti soli, possano continuare a vivere a casa loro e non essere rinchiusi in un istituto”.
L’incontro ha fornito spunti di riflessione ai ragazzi del Liceo Linguistico che hanno partecipato con interesse, ponendo domande e ricevendo ampie ed esaustive risposte.

Franca Mugittu

Articolo pubblicato sull'Arborense, settimanale dell’Arcidiocesi di Oristano